Dislivellometro stagione Ski-alp 2010-11:

Dislivellometro stagione Ski-alp 2014-15: 11.250 m. (Reports)

Dislivellometro stagione Ski-alp 2013-14: 28.750 m. (Reports)

Dislivellometro stagione Ski-alp 2012-13: 16.400 m. (Reports)

Dislivellometro stagione Ski-alp 2011-12: 5.600 m.

Dislivellometro stagione Ski-alp 2010-11: 20.890 m.


sabato 23 maggio 2020

Cascata Diagonal

Cascata Diagonal, Cadore, Sappada (UD) - Santo Stefano di Cadore (BL)



Relazione relativa all'ascensione sulla cascata di ghiaccio "Diagonal" in Acquatona nella valle del Piave, effettuata in data 11 gennaio 2020 da Toso & Diego 



E' buffa l'umanità,
si fissa su minuziose gerarchie, 
fonda il rispetto sopra i gradi di difficoltà superati.
[Nives Meroi, Sulla traccia di Nives, Erri De Luca,
Mondadori, Milano (2005), p. 91]


Dati Tecnici Ascensione: L'ascensione alla Cascata di ghiaccio "Diagonal" in Acquatona si consta di soli 2 tiri di corda. La cascata è, in buona sostanza, una prosecuzione di una serie di monotiri che sono tracciati nel settore "Acquatona", sulla sponda sinistra orografica del fiume Piave. Non oppone difficoltà eccessive e il suo valore è squisitamente didattico;



Percorso automobilistico: Dal paese di Sappada (Vedi Ubicazione al termine di questo post) ci si dirige verso Santo Stefano di Cadore, scendendo lungo la valle della Piave, sulla strada  SR355, si supera il ponte sul Rio Bianco e, sulla sinistra (scendendo) s'incontra un ampio parcheggio dove lasciare la macchina. Il posteggio si affaccia proprio su tutto l'articolato settore di monotiri dell' "Acquatona" e della cascata "Lacrime Ibernate"; 

Avvicinamento: Dal parcheggio si scende lungo il declivio che porta al fiume Piave. Si nota la briglia in cemento su cui è stato teso un cavo metallico che unisce le due sponde. Si attraversa il fiume usufruendo del cavo. Ci si assicura al cavo con un moschettone ed un cordino (corto) legato all'anello di servizio dell'imbrago. Conviene togliere lo zaino ed appenderlo al cavo e trascinarlo legandolo all'imbrago, in questo modo si evita che il pondo del materiale gravi su schiena e braccia. Giunti sulla sponda opposta, andare verso sinistra (faccia a monte), dove inizia il ghiaccio (10 minuti dal parcheggio); 

Attacco: Si cammina sulla sponda sinistra orografica della Piave, costeggiando le colate ghiacciate per 40 m. circa, fino a quando la parete ghiacciata termina nell'acqua e non si può più proseguire camminando. A quel punto si identifica l'accennato diedro poco pendente che caratterizza la prima parte del primo tiro della cascata Diagonal;

Dislivello Complessivo: 10 m. per l'avvicinamento e 60 m. per la cascata;

Lunghezze: 2;

Quota di partenza (avvicinamento): 1060 m.s.l.m. circa; 

Quota di partenza (cascata): 1.050 m.s.l.m. circa;

Quota di arrivo: 1.100 m.s.l.m. circa; 

Tempistica: 1 ora scarsa per la cascata;

Discesa: 2 calate in corda doppia lungo la via di salita;

Attrezzatura: Normale Dotazione Alpinistica per arrampicata su cascate, ovvero ramponi, 2 piccozze da cascata, imbrago, casco, corda e chiodi da ghiaccio;

Periodo Consigliato: Gennaio, febbraio;

Difficoltà: 3+;

Esposizione: Nord;

Soste: Su spit e catena;

Punti di Appoggio: Nessuno;

Vie di fuga: In doppia dalla via;

L'attacco della cascata Diagonal


Relazione:

Primo Tiro (80°, WI3, 35 m.): Si risale l'accennato diedro poco pendente dirigendosi verso un primo muro più verticale che oppone una lunghezza di 5 m. ed una pendenza di 75°. Poi la pendenza si abbatte e si prosegue su un altro diedro caratterizzato da una sezione rocciosa sulla sinistra, al termine della quale s'incontra una sosta su spit e catena (da ignorare). Proseguire per pochi metri su difficoltà più sostenute, poi rimontare sulla sinistra andando ad affrontare l'ultima sezione verticale (80°) che richiede un delicato traverso a sinistra di 2-3 m. fino a raggiungere la sosta su spit e catena all'interno di una nicchia;

Il Toso impegnato sul primo tiro di Diagonal 
(Foto Diego)

L'accennato diedro che caratterizza la prima parte
della prima lunghezza (Foto Diego)
La parte finale del primo tiro di Diagonal
(Foto Diego)
Diego sul traverso finale prima della sosta



Secondo Tiro (85°, WI3+, 35m.): Si esce dalla nicchia a sinistra e si affronta la successiva paretina ghiacciata con arrampicata divertente su meringhe (3+). Poi le difficoltà si abbattono e si prosegue per blandi salti ghiacciati fino ad uscire sulla cengia rocciosa posta sotto un tetto. Uscita su misto che, seppur facile, richiede attenzione. Sosta su due spit e catena;

Il Toso sul secondo tiro (Foto Diego)
I facili, ma insidiosi, balzi finali

Discesa: Due calate in corda doppia seguendo esattamente le stesse soste fatte in salita;

La traversata della Piave. Attenzione, conviene
togliere lo zaino dalle spalle



Considerazioni finali: La cascata "Diagonal" in Acquatona richiede una breve e divertente arrampicata su ghiaccio molto adatta ai neofiti. Non oppone mai difficoltà particolarmente eccessive, le soste sono tutte attrezzate a spit e catena, la ritirata è facile, l'accesso è smart. E' da consigliarsi ad inizio stagione, per togliere un po' di ruggine e da unirsi ai monotiri limitrofi. Nel complesso, pertanto, un giudizio positivo.

Momento ludico